marzo 1, 2016

Gestire Insieme una Simultanea

Entriamo nel vivo delle caratteristiche delle diverse modalità di interpretazione e scopriamo quali sono le piccole strategie e i grandi trucchi che possono garantire una collaborazione efficace tra interprete, oratori e organizzatori di un evento. Partiamo dalla interpretazione simultanea, la nostra più grande passione per poi raccontarvi come gestire al meglio la consecutiva e la trattativa.

Anche se dal palco non le vedete, ricordatevi delle cabine!

organizzatori e interpretiGli interpreti di simultanea lavorano in cabine insonorizzate, nella stessa sala o in una adiacente a quella dove si svolge l’evento, perciò gli oratori, non vendendoli, tendono a dimenticare la loro presenza.

Capitano, mio Capitano!

 Se avete preparato un bel discorso scritto, in un italiano aulico e pieno di citazioni classiche e richiami storico culturali e avete intenzione di leggerlo durante la conferenza, ricordatevi di farne avere una copia agli interpreti, è una misura fondamentale se volete che tutti i riferimenti incrociati che vi avete inserito vengano tradotti al meglio.

Gli interpreti professionisti hanno ottime conoscenze culturali di base, tuttavia se nel vostro discorso compaiono citazioni particolari, sarà bene che abbiano modo di cercarne la traduzione già esistente nella lingua d’arrivo o di crearne una all’altezza dell’originale e dato che in quel caso si  tratta appunto di traduzione e non di interpretazione è impensabile poterci riuscire nel corso della simultanea.

Qualora la bozza non venga fornita in anticipo, il simultaneista professionista potrà solo fare del suo meglio per renderne il senso generale.


Cosa Fare e Non Fare con gli ospiti cinesi - Biglietti da Visita 2
Tip d’Élite

Se volete un’ottima resa delle citazioni presenti nei vostri discorsi, non dimenticate di dare le bozze dei discorsi agli interpreti in anticipo!

Leggere o non leggere questo è il problema!

Se avete preparato un bel discorso e avete intenzione di leggerlo, va benissimo, ma ricordatevi di darne una copia agli interpreti o quanto meno, se non lo avete fatto, cercate di non correre! Ricordatevi che c’è qualcuno che sta cercando di rendere al meglio il vostro discorso in un’altra lingua e che non è una macchina e soprattutto tenete a mente che la velocità d’eloquio nella lingua d’arrivo può essere molto diversa da quella di partenza, quindi l’interprete potrebbe aver bisogno di più tempo!


Cosa Fare e Non Fare con gli ospiti cinesi - Biglietti da Visita 2

 Tip d’Élite 

 Se proprio volete leggere, almeno, non correte!

 

Tutta questione di tempo

Una delle cose che accade più spesso ai meeting a cui partecipano e intervengono molti oratori diversi è che i tempi dell’agenda si dilatino e l’incubo peggiore di ogni interprete di avveri:

 “Cercherò di essere il più conciso possibile e di darvi tutte le informazioni nel minor tempo possibile”

Ecco, quando sentiamo questa frase dalla cabina, l’ansia ci assale. Perché sappiamo ciò che sta per succedere, sappiamo che l’oratore inizierà a scorrere 40 slides in 5 minuti scarsi, salterà da un argomento all’altro senza darci il tempo/modo di seguirne il filo logico …purtroppo il detto che dice che la fretta è cattiva consigliera è vero in questo caso più che mai e se il pubblico della lingua di partenza fa fatica a seguire una presentazione fatta alla velocità della luce, quello della lingua d’arrivo, che ascolta la simultanea fa il doppio della fatica.

Gli interpreti professionisti riescono a uscire più o meno indenni da queste situazioni, conoscendo bene quali tecniche poter utilizzare per creare un output degno di tale nome, tuttavia questa resta una situazione quanto meno spiacevole e auspicabilmente evitabile.

Cosa Fare e Non Fare con gli ospiti cinesi - Biglietti da Visita 2Tip d’ Élite

Se proprio dovete stringere i tempi, non date il maggior numero di informazioni e contenuti possibili, ma di selezionate quelli più importanti a cui dedicare, magari, qualche secondo in più di trattazione.

 

L'interprete ed Io: Collaboriamo
Ilaria Tipà
About Ilaria Tipà

Sono un'interprete di conferenza e una traduttrice, ma ancor più sono una persona che vede nel lavoro che svolge la realizzazione di un sogno e che lo svolge con passione e con la volontà di costruire ponti di collegamento tra mondi diversi. Quello per la Cina è stato un amore nato per caso, ma che è diventato protagonista e parte integrante e fondamentale degli ultimi dieci anni della mia vita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *