marzo 2, 2016

Caro Interprete, Dove Ti Metto?

Un’altra delle difficoltà che chi organizza un evento può incontrare è quella di capire quale sia la posizione migliore per la cabina di simultanea (qualora, ovviamente, questa sia mobile e debba essere installata sul momento, perché se la sala dispone di un sistema di cabine fisse la questione non si pone) all’interno della sala conferenze o, qualora l’evento verrà interpretato in consecutiva il problema che ci si potrebbe porre (o dimenticare di porre) è dove far sedere l’interprete. Vediamo dunque, quali sono i nostri consigli per entrambi i casi.

  • La cabina mobile di simultanea

La cabina mobile va normalmente noleggiata e posizionata, preferibilmente nella sala dove avviene la conferenza. Se gli spazi lo permettono, questa dovrebbe essere posta in una posizione tale che gli interpreti riescano ad avere una vista completa sul palco da cui gli oratori pronunceranno i loro discorsi. È fondamentale controllare che nessuno oscuri la visuale dei professionisti durante lo svolgersi della conferenza.

dove metter l'interpreteQualora la sala fosse troppo piccola per montarvi la cabina, l’unica soluzione possibile è quella di posizionare la cabina in una stanza adiacente, ma in questo caso gli interpreti devono avere dei monitor che consentano loro di avere una ottima visione sulla sala in cui avviene la conferenza. Il limite di questa soluzione è che se vengono proiettate delle slides e sono quest’ultime ad apparire sul monitor, gli interpreti non avranno modo di vedere l’oratore, né tanto meno il resto della sala, perciò si ritroveranno alienati dallo svolgimento dell’evento comunicativo.

  • L’interprete di consecutiva durante le tavole rotonde

Normalmente per le tavole rotonde si utilizza il servizio di uno o di una coppia di interpreti. Nel primo caso questi saranno seduti uno di fronte all’altro, rispettivamente accanto ai due capi delegazione o subito dietro di loro.

Nel caso in cui vi sia un solo interprete presente che si trovi a tradurre in entrambe le direzioni (es. italiano-cinese e cinese-italiano) egli dovrà essere seduto, preferibilmente, il più vicino possibile ai capi delegazione.

Qualora intorno al tavolo tutti prenderanno la parola sarà necessario l’utilizzo di microfoni e l’interprete dovrà essere seduto in una posizione che gli permetta di avere ampia visuale sull’intero tavolo.

  • L’interprete di consecutiva sul palco

In una conferenza con palco interpretata in consecutiva, l’interprete sarà seduto accanto, o subito alle spalle degli oratori che dovrà interpretare.

  • L’interprete che lavora in whispering

Il whispering o interpretazione sussurrata può essere utile quando un solo ospite straniero non comprende la lingua utilizzata durante un incontro, normalmente l’interprete gli è seduto accanto o subito dietro e cerca di disturbare il meno possibile il resto dei partecipanti, pur dovendo parlare per tutta la durata dell’evento.

L'interprete ed Io: Collaboriamo
Ilaria Tipà
About Ilaria Tipà

Sono un'interprete di conferenza e una traduttrice, ma ancor più sono una persona che vede nel lavoro che svolge la realizzazione di un sogno e che lo svolge con passione e con la volontà di costruire ponti di collegamento tra mondi diversi. Quello per la Cina è stato un amore nato per caso, ma che è diventato protagonista e parte integrante e fondamentale degli ultimi dieci anni della mia vita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *