marzo 8, 2016

Il Sistema di Numerazione Cinese

Tre o quattro cifre decimali: questo è il problema

 

 

In Cina accanto agli ormai accettati numeri arabi persistono due sistemi di scrittura dei numeri tradizionali: uno è il sistema Suzhou o huama, in uso prima dell’introduzione del sistema arabo, in cui i caratteri standard per l’annotazione dei numeri vengono sostituiti da altri speciali; l’altro è il sistema tradizionale di scrittura dei numeri per intero in caratteri.

Questi ultimi sono solitamente molto semplici, costituiti da pochi tratti: ad esempio “uno, due e tre” sono rispettivamente “一二三” (yī, èr, sān) rappresentati, quindi, da una, due o tre linee orizzontali.

Tali semplici caratteri vengono utilizzati per i numeri da 1 a 10, dopodiché si procede combinando il carattere 十 shí ovvero 10 con i primi 9 numeri ed ottenendo i numeri a due cifre:

11 si scrive 10+1 十一 (shíyī )

mentre per creare le altre decine i numeri semplici vengono anteposti alla decina:

20 diventa 2+10 二十 (èrshí)

e a sua volta

21 2*10+1 二十一 (èrshíyī).

Si hanno poi delle unità distinte quando si raggiungono le centinaia 百 (bái) e le migliaia 千 (qiān).

Perciò il numero 3245 si scrive:

tre (三) mila (千) due (二) cento (百) quattro*dieci (四十) (五) cinque.

È necessario aprire una parentesi per evidenziare la peculiarità del numero due: esso deve essere scritto 二 e letto èr quando appare all’interno di una sequenza di numeri e in combinazione con 十 (shí) “dieci”; mentre diventa 两 liǎng quando si trova isolatamente e quando indica le migliaia e le unità superiori: 两千 (liǎng qiān) 两万 (liǎng wàn) rispettivamente duemila e ventimila. Per quanto riguarda le centinaia esse possono essere espresse con entrambi i termini a scelta: 两百 (liǎng bái)) o anche 二百 (èrbái).

Qualora all’interno di un numero figuri uno zero, quindi una posizione vuota, è buona prassi in cinese indicarlo leggendolo e scrivendolo con il carattere che significa “zero” 零 (líng) oppure con un cerchietto vuoto: O. Se più di una posizione è occupata dallo zero esso viene letto una sola volta.

Ad esempio: 1003 verrà letto uno (一) mila (千) zero (零) tre (三) e si differenzierà da 1030 perché quest’ultimo sarà: uno (一) mila (千) zero (零) tre*dieci (三十).

Quanto analizzato finora può essere considerato come la porzione facile del sistema di numerazione, poiché le difficoltà vere iniziano quando si raggiungono le decine di migliaia per cui la lingua cinese fornisce un’unità assente in italiano come in inglese e nelle altre lingue indoeuropee: 1 万 wàn che equivale a 10.000.

Perciò in cinese 13.456 si legge 1.3456 ossia uno (一) dieci mila (万) tre (三) mila (千) quattro (四) cento (百) cinque*dieci + sei (五十六).

Il sistema cinese, perciò, procede utilizzando un’unità ogni quattro posizioni decimali a differenza di quanto accade nel nostro sistema occidentale che prevede una suddivisione ogni tre.

Seguendo questa logica, quattro posizioni decimali dopo 10.000 si raggiungono i 100.000.000 ed in cinese si ha una nuova unità: 1亿 (yì).

Di conseguenza 134.567.000 si legge 1.3456.7000 ossia uno (一) cento milioni (亿) tre (三) mila (千) quattro (四) cento (百) cinque*dieci +sei (五 十六) diecimila (万) sette (七) mila (千).

Per quanto riguarda le posizioni che intercorrono tra 1 wàn e 1 si ricorre ad un sistema di multipli di wàn, la stessa cosa vale per le unità successive a , come riportato nella tabella riassuntiva seguente in cui sono riportate le corrispondenze tra il sistema di numerazione cinese e quello europeo.

 

Cina

Europa
一 (yī) 1
十 (shí) 10
百 (bái) 100
千 (qiān) 1000
万 (1 wàn) 10.000
十万 (10 wàn) 100.000
百万 (100 wàn) 1.000.000
千万 (1000 wàn) 10.000.000
一亿(1 yì) 100.000.000
十亿 (10 yì) 1.000.000.000
百亿 (100 yì) 10.000.000.000
千亿 (1000 yì) 100.000.000.000
万亿 (1.0000 yì) 1.000.000.000.000
Pillole di lingua cinese, Simultanea-Mente: Interpretare in Simultanea
Ilaria Tipà
About Ilaria Tipà

Sono un'interprete di conferenza e una traduttrice, ma ancor più sono una persona che vede nel lavoro che svolge la realizzazione di un sogno e che lo svolge con passione e con la volontà di costruire ponti di collegamento tra mondi diversi. Quello per la Cina è stato un amore nato per caso, ma che è diventato protagonista e parte integrante e fondamentale degli ultimi dieci anni della mia vita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *